Taoismo - I 3 Veicoli

I 3 livelli dello sviluppo Spirituale nel percorso di coltivazione Taoista

di Roberto Capponi e Giovanna Picone



I 3 Veicoli rappresentano i tre aspetti costituenti l'essere umano che promuovono lo sviluppo ed il dispiegarsi di precisi stati di coscienza, da quello teso alla comprensione della realtà fisica, a quello relativo al meccanismo energetico, per giungere a quello che apre alla dimensione spirituale:


Piccolo Veicolo - Vitalità

Si tratta del primo stato di coscienza con cui si confronta il praticante: è il momento in cui ci si cimenta nell'esperienza del corpo e delle sue dinamiche, si affronta la malattia e la sofferenza, si promuove la guarigione attraverso la riorganizzazione della fisiologia energetica, si prende coscienza del proprio potenziale e ci si sveglia alla realtà del proprio Veicolo Corporeo: dalla sua forma, dalla sua struttura e dalla sua salute dipende la possibilità di portare a compimento il Destino. Nel corpo è celato il segreto dell'esistenza individuale, il potenziale ancora inespresso e la ragion d'essere di questa vita. Auto-sviluppo, relazioni, realizzazione dipendono dalla funzionalità e dalla longevità del corpo.


Medio Veicolo - Energia

Completato il primo step del lavoro, ci si immerge nell'esplorazione del sistema energetico microcosmico e macrocosmico, individuale ed ambientale. La regolazione della circolazione energetica, la sua qualificazione e la capacità di dominarne il potenziale permette al praticante di sintonizzarsi con una realtà molto sottile dell'umana condizione. Il sistema energetico rappresenta il "mediatore linguistico e culturale" che favorisce la sinergia tra il mondo tangibile (Corpo) e quello intangibile (Spirito). Aprirsi alla realtà dell'energia consente di comprendere il proprio ruolo in questa vita, basandosi sulla potenzialità del corpo (Piccolo Veicolo) ed in funzione della realizzazione spirituale (Grande Veicolo).


Grande Veicolo - Spirito

Si tratta dell'ultima fase del lavoro alchemico: a questo livello il praticante si sfida ad abbandonare l'identificazione con il mondo tangibile e con quello delle relazioni, da cui discendono per natura i grandi nemici della Coltivazione, cioè i "3 Vermi" (desiderio o vizio, bisogno, potere o controllo). attraverso specifiche metodologie di Meditazione e Nei Gong (lavoro di alchimia interna), si purificano Mente e Cuore dal dominio del pensiero disordinato che impedisce il risveglio alla scintilla spirituale insita in ogni vita. Perpetuamente presenti nel corpo, nell'energia e nell'attività mentale, non vi è più posto per pensieri erranti, distrazioni, attrazioni o repulsioni, si è liberi dalla forma che condiziona i sensi e si vede tutto per quel che è in sè. Proseguendo su questo sentiero, si giunge allo stato di coscienza detto Realizzazione, Liberazione o Immortalità.