La Pratica Taoista nella trasformazione alchemica

di Roberto Capponi


Sul ruolo specifico del Qi Gong, della pratica Alchemica Taoista tramite la Meditazione e delle Arti Marziali Interne:


Il Qi Gong muove intenzionalmente il Qi per produrre specifici processi, portando in sinergia Mente e Corpo attraverso il Respiro. Libera il Qi, elimina le Stasi, armonizza i movimenti di distribuzione energetica secondo il modello dei 5 Elementi. Alla fine, giunge a completare il Qi, creando collegamento indissolubile tra Jing/essenza potenziale e Shen/consapevolezza del Destino a cui si è chiamati. Inizia con il Fare (Intenzione distribuisce Qi nella struttura), prosegue con l'Accompagnare (la coscienza dell'essere chiamati ad un Destino specifico promuove l'adeguata configurazione energetica, generando "forza interna"), giunge al Lasciarsi Guidare in Spontaneità (disidentificazione da Corpo, Ruolo ed Eventi per asservirsi al compimento del Destino collettivo, attraverso la realizzazione del proprio). Percorso evolutivo da Ming a Xing: vivendo la vita a scopo realizzativo, votandosi al compimento, si scopre sempre più luminosamente la propria Natura Essenziale.


La pratica di Alchimia Interna del Taoismo Quan Zhen (corrente del Nord) parte dal Non Fare per promuovere accumulo del Qi che, una volta al massimo, si diffonde ovunque, trasforma Xie Qi (Qi deviato: scelte che allontanano dalla Via del compimento, portando su percorsi per i quali la propria costituzione non è configurata, aprendo la porta ai patogeni) in Zheng Qi (Qi Corretto: l'energia della salute totale, psico-fisica di colui che si dedica integralmente alla costruzione di una vita che consenta al proprio Cuore di onorare la ragione per cui si è nati) e produce Luce della Coscienza risvegliata al senso della propria vita. Il tutto attraverso il metodo respiratorio del Fuoco Yin e Yang e dell'induzione dello Stato di Quiete che deriva dalla sinergia di Qi e Shen nel ritornare alla Sorgente (assenza del pensiero intenzionale in favore dell'emersione della scintilla della Mente Spirituale, intuitiva). Inizia con la Contemplazione (1 e 2 fase: Ripristino e Trasformazione), passa per la Rivelazione della Luce evocata (3 fase: Trasmutazione), giunge alla Liberazione del Non Essere (4 ed ultima fase dell'Alchimia). Percorso da Xing a Ming: esplorando speleologicamente la propria Essenza in meditazione, ci si sveglia alla propria Completa Realtà sulla cui base si imposta il Cammino della Realizzazione.


Il lavoro delle Arti Marziali Interne (Nei Jia Quan) parte dalla costruzione della Struttura in sinergia con l'Intenzione (percezione e controllo dei diversi strati della struttura corporea --> produzione di Calore/Energia), prosegue con la conduzione dell'Energia guidata dalla Coscienza Spirituale (l'Energia produce Pressione che riempie la spazio interno del corpo, che verrà poi esplosivamente rilasciata), giunge infine alla Libertà dell'Azione Intuitiva oltre il tempo e lo spazio determinata dal Vuoto Mentale: la potenza del Vuoto Interno si esprime ovunque, seguendo la connessione tra sé e il Mondo (Vuoto di Forma/Dimensione, non c'è piu limite di distanza o velocità): sorge la sensazione di essere avvolti da un campo che espande le proprie percezioni fisiche ed intuitive. Coltivazione contemporanea di Xing/Natura Essenziale e Ming/Vita in divenire per la Realizzazione.


Conoscere la natura della pratica ed i suoi effetti è la chiave per ottenere il risultato che si cerca e focalizzare correttamente l'Intenzione, l'unica vera chiave per l'auto sviluppo. Qi Gong, Alchimia e Meditazione, Arti Marziali: tre Vie per giungere alla massima fioritura del proprio Potenziale ricevuto in sorte per onorare il proprio Mandato.