Taoismo - "Quan Zhen Dao" 全真道

Il Taoismo della Completa Realtà del nord (Beizong): la Scuola dell'Alchimia Interna



Il Taoismo Quan Zhen 全真道, sviluppatosi durante la din. Song (960 - 1279), un momento di fioritura culturale e di profondo sviluppo dell'umanesimo, deve la propria nascita a Wang Chongyang (1113 - 1170). Egli, ufficiale Confuciano agli inizi, incontrò il Buddhismo che lo influenzò profondamente, aprendolo alla visione spirituale dell'esistenza. Successivamente, ricevette insegnamento sul Taoismo dall'Immortale Taoista Lu Dongbin (Chunyang). Come risulta chiaro dalla storia del Maestro Fondatore, la corrente Quan Zhen del nord è una Scuola sincretica basata sul Taoismo, con intense sfumature derivanti dalla concezione Buddhista e Confuciana. Wang Chongyang ebbe 7 Studenti che giunsero al massimo livello di sviluppo Spirituale, definito:


  • "Illuminazione" nella terminologia Buddhista
  • "Saggezza" in quella Confuciana
  • "Liberazione" o "Realizzazione" in quella Taoista


Questo livello di compimento viene anche spesso definito "Immortalità", simbolo del della corretta sinergia tra vita mondana e spinta verso la realizzazione della ragione per cui si è venuti al mondo e per cui il Cuore instancabilmente batte. I 7 Studenti di Chongyang diffusero il Taoismo Quan Zhen e lo svilupparono, fondando ognuno la propria Scuola (Pai):


  • Ma Danyang sviluppò la Scuola Yu Xian Pai (Riunione degli Immortali) 遇仙派
  • Sun Bu'er sviluppò la Scuola Qingjing Pai (Purezza e Quiete) 清靜派
  • Qiu Changchun sviluppò la Scuola Long Men (Porta del Drago) 龍門派, oggi diffusa in tutto il mondo
  • Liu Changsheng sviluppò la Scuola Sui Shan (Monte Sui) 隨山派
  • Tan Changchen sviluppò la Scuola Nan Wu (Vuoto del Sud) 南無
  • Wang Yuyang sviluppò la Scuola Yu Shan (Monte di Giada) 虞山派
  • Hao Taigu sviluppò la Scuola Hua SHan (Monte Hua) 華山



L'approccio del Taoismo Quan Zhen, fondamento del Centro Tian Chong 天沖, è quello della ricerca dell'emersione della propria Natura Essenziale (Xing), sprigionandola da tutti i condizionamenti culturali, sociali, relazionali, emotivi, esperienziali e traumatici che impediscono alla Persona di percorrere la Via della Realizzazione del proprio Destino (Ming). Lo Studente giunge alla Realizzazione nel momento in cui completa il percorso di Trasformazione Alchemica, cioè il processo di rivoluzione della concezione con cui affrontare la vita, grazie a cui trasmutare il proprio sistema energetico e l'utilizzo del potenziale Costituzionale: ciò conduce il Praticante non solo a conquistare una salute forte, ma anche alla scoperta di ciò per cui si è in vita, la ragion d'essere della propria esistenza, votandosi alla quale si raggiunge il senso di soddfisfazione, completezza, sazietà e pace. Il percorso di evoluzione attraverso l'Alchimia (lavoro di trasformazione dell'Essenza e dell'utilizzo del Potenziale) si basa su 4 fasi:


- Ripristino - fase di ricostruzione dell'Energia Costituzionale attraverso il corretto stile di vita, la pratica energetica, l'alimentazione e l'abbandono di ciò che ha generato sofferenza interiore e disfunzione fisica. Si recupera la fiducia in se stessi e nei propri mezzi e si percepisce nuovamente il Sè originario scevro dalle problematiche che hanno portato negli anni a disturbi cronici a livello fisico ed emotivo. Principio ispiratore: "Youwei" (fare attivamente con determinazione), tradizione Confuciana.


- Trasformazione - scelte meritorie e di rettitudine che conducono il Praticante sulla via che conduce verso l'obiettivo Autentico della propria esistenza, quello che da senso ad ogni giornata, liberandosi dalle pastoie delle "scelte di comodo", della pigrizia, del bisogno e delle brame che accecano e deformano il paradigma percettivo, portando così ad una squilibrata distribuzione dell'Energia Costituzionale ai vari Organi: in questo modo si allontana il rischio di degenerazioni fisiche e deformazione del proprio assetto emotivo e caratteriale. Principio ispiratore: "Youwei" (fare attivamente con determinazione), tradizione Confuciana.

- Trasmutazione - fase in cui sorge spontaneamente il sentimento di volersi votare, costi quel che costi, scevri dalla ricerca dell'interesse personale e del "guadagno" o del "potere", al compimento del Destino che si è avuto in sorte. Si comprende che la potenza del Libero Arbitrio è nella scelta di abbandonarsi alle istanze del Cuore con fiducia, speranza, passione e gratitudine per la vita, senza più sottometterle e ridurle al silenzio con il potere della Mente analitica che, a questo livello, si asserve allo Spirito, adoperandosi per costruire un sistema di vita che consenta la realizzazione ed il compimento. Ci si scopre strumento e veicolo di un Mandato (Ming - Destino), non più proprietari autarchici di una vita. Principio Ispiratore: "Qingjing" (purezza e quiete), tradizione Buddhista.

- Liberazione - ci si libera quando si completa il processo delle 3 "Disidentificazioni": dal corpo, dal ruolo e dagli eventi che caratterizzano la propria esistenza. In questo modo, si impara a concepire la propria esistenza strumentale e funzionale non solo al compimento del Destino individuale ricevuto in sorte, ma anche del Destino collettivo. Si comprende il proprio Essere grazie alla relazione con il mondo e la vita da cui si ricevono feedback, comprendendo la ragion d'essere della propria forma corporea in virtù di come consente di presentarsi al mondo, del ruolo che man mano ci si costruisce, si assume e viene attribuito dalla società e degli eventi con cui ci si deve confrontare, in quanto spronano a tirar fuori risorse fino a quel momento latenti, dando modo di conoscere nuovi aspetti di sè. Quando non ci si identifica più con i 3 Veicoli (corpo, ruolo ed eventi), si è liberi di vivere della propria Natura Essenziale, si è giunti all'Autenticità, al livello spirituale della cosiddetta "Immortalità". Principio ispiratore: "Wuwei" (azione senza interferenza, nè sforzo), tradizione Taoista.